Giugliano: Irene muore a soli 3 anni in ospedale, due medici sotto processo

Irene deceduta allOspedale di GiuglianoDue medici sono imputati per la morte di Irene, la bimba di Scampia di 3 anni che si è spenta all’ospedale San Giuliano di Giugliano a seguito di complicazioni cardiache. La piccola Irene, sottoposta a trapianto di cuore, con la sua storia, aveva commosso l'Italia diventatando il simbolo di una campagna di sensibilizzazione in favore della donazione degli organi. La bimba arrivò il 16 gennaio 2015 al Monaldi, con tosse, febbre e tachicardia, li fu sottoposta ad un elettrocardiogramma e ad un’ecografia per poi essere dimessa e affidata alle cure del pediatra della famiglia.

Nei giorni successivi le sue condizioni peggiorarono fino alla crisi respiratoria che costrinse i genitori a trasportarla all’ospedale San Giuliano, dove Irene arrivò già in arresto cardiaco.

Secondo l’accusa i due medici avrebbero “omesso un’accurata diagnosi dello stato clinico della paziente affetta da una grave patologia cardiaca”.  Uno dei due imputati, lo specialista di cardiologia ha chiesto il rito abbreviato, mentre il primario di chirurgia pediatrica dovrà attendere il 4 maggio per sapere l’esito della richiesta di rinvio a giudizio a suo carico.