Il mercato azionario e le principali Borse mondiali

soldi
Tutti conoscono il mercato azionario e ogni investitore ha strizzato almeno una volta nella propria vita l’occhio alla Borsa. Un universo enorme, che attrae e genera dubbi e timori al contempo. 
Per investire in Borsa occorre una preparazione di base molto solida: non tutti sanno neanche quali sono le Borse mondiali più importanti dal punto di vista della capitalizzazione. Così come sono in pochi coloro i quali sanno consultare grafici e indici principali.  
Questo perché, andando a sintetizzare al massimo il concetto, operare in Borsa significa essere in grado di acquistare azioni migliori dal punto di vista dl rendimento; e farlo nella piazza giusta. Perché ogni Borsa ha una propria storia, una propria capitalizzazione e, come ovvio, importanza diversa. Ma quali sono le principali borse mondiali tra le quali scegliere?
Di base, quelle ad elevata capitalizzazione. Quando si parla di questo concetto, capitalizzazione della Borsa, si fa riferimento a un valore dato dalla somma della capitalizzazione di tutte le aziende quotate al proprio interno.
In sostanza, per fare un esempio, la capitalizzazione della Borsa di Milano dipende dalla somma della capitalizzazione di ogni singola azienda quotata a Piazza Affari (la Borsa di Milano per l’appunto). 
Come si fa a calcolare la capitalizzazione di una piazza borsistica? Si procede semplicemente moltiplicando il numero totale di titoli presenti per la quotazione della stessa azione. Si comprende quindi che la capitalizzazione di una Borsa è un parametro che varia continuamente. 
Per andare sul concreto e iniziare a fare qualche nome, di quelli che circolano sempre e si sentono maggiormente, una delle Borse più importanti è quella Usa, la Borsa di New York. In Europa sono diverse le piazze quotate: si parla di Londra (la più importante), la nostrana Milano (Piazza Affari), Bruxelles, Parigi, Lisbona tanto per citare le più famose. 
Nel mondo sono note poi le Borse di Shangai, quella di Tokyo, quella di Hong Kong. Noto è poi il Nasdaq,  che non ha una connotazione territoriale ma rappresenta l’insieme delle società del settore elettronico quotate. Si parla di primo esempio di mercato borsistico elettronico formato da una rete di computer e nel quale sono quotate, tra le altre, Apple, Microsoft, IBM, Google, Yahoo e Facebook.
Questo di base il funzionamento del mercato azionario e delle principali Borse mondiali: da aggiungere che per investire è possibile oggi ricorrere anche soltanto al web. Un tempo occorreva rivolgersi a un promotore finanziario, come una banca. Da qualche anno con l’avvento delle piattaforme online di investimento si procede direttamente tramite web. Senza l’intermediazione di nessuno. 
Ultima conquista di questo mondo, la Borsa, da sempre così affascinante e ricco di contraddizioni.