Pagina Attualità

L'ombra del Clan dei Casalesi sul cimitero di Aversa

Lunedì Antonio Iovine detto "O' Ninno", avrebbe dovuto deporre al processo in cui è imputa...
L'ombra del Clan dei Casalesi sul cimitero di Aversa

Carinaro: giovane mamma perde la vita. Lutto nell'Aversano

Antonella Leone, giovane mamma di Carinaro, è venuta a mancare prematuramente lasciando pe...
Carinaro: giovane mamma perde la vita. Lutto nell'Aversano

Cesa: il sindaco Enzo Guida rassegna le dimissioni

Questa mattina, si è dimesso il sindaco di Cesa, Enzo Guida. Le dimissioni arrivano dopo q...
Cesa: il sindaco Enzo Guida rassegna le dimissioni

Casal di Principe: nascondeva armi e soldi nel controsoffitto di casa, arrestato 47enne

I Carabinieri di Casal di Principe, hanno arrestato in Traversa Madrano a Casal di Princip...
Casal di Principe: nascondeva armi e soldi nel controsoffitto di casa, arrestato 47enne

Movida violenta a Carinaro: maxi risse fuori al Panart. “Vi spariamo in bocca”. Due fermati dalla Polizia

Polizia inseguimentoLa notte tra venerdì e sabato un gruppo di giovani violenti, composto da 8 persone, è giunto al Panart di Carinaro a bordo di due auto, tra cui una BMW X6 bianca. I balordi, poco dopo la mezzanotte, hanno minacciato i buttafuori del locale, ritenuti "colpevoli" di aver fatto notare che avevano parcheggiato le loro automobili dove c’era la fila dei clienti per entrare nella discoteca.

I facinorosi avrebbero minacciato di “rompere la testa” agli uomini della sicurezza, se avessero continuato a chiedere di spostare le loro automobili. Subito dopo l'accesa discussione, la banda si è allontanata recandosi in un vicinissimo lounge bar, dove i delinquenti hanno iniziato una discussione con altre persone. Anche in questo caso sarebbero volate minacce come: “Vi spariamo in bocca”, da lì a poco l'alterco verbale si è  trasformato in rissa, continuata fino in strada.

Non contenti, gli esagitati sono tornati fuori al Panart, minacciando di nuovo i buttafuori e aggredendo uno di loro. Da qui è nata un’altra rissa che ha coinvolto anche gli altri addetti alla sicurezza della discoteca.

La colluttazione si è fermata solo quando sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia di Aversa, allertati dai gestori del locale. Due degli otto giovani violenti - uno dei quali di Succivo-  sono stati fermati, mentre gli altri sono riusciti a scappare.

Sequestrata anche la BMW X6 sulla quale viaggiavano. Gli agenti hanno perquisito l’auto cercando la pistola che i ragazzi avevano più volte minacciato di utilizzare.

Fortunatamente, i giovani che si stavano divertendo nel locale non si sono accorti di quanto stesse accadendo fuori, grazie alla prontezza degli uomini della sicurezza che hanno saputo tenere lontano la rissa, proteggendo i clienti, e gestendo la difficile situazione fino all’arrivo delle forze dell’ordine.