Pagina Attualità

L'ombra del Clan dei Casalesi sul cimitero di Aversa

Lunedì Antonio Iovine detto "O' Ninno", avrebbe dovuto deporre al processo in cui è imputa...
L'ombra del Clan dei Casalesi sul cimitero di Aversa

Carinaro: giovane mamma perde la vita. Lutto nell'Aversano

Antonella Leone, giovane mamma di Carinaro, è venuta a mancare prematuramente lasciando pe...
Carinaro: giovane mamma perde la vita. Lutto nell'Aversano

Cesa: il sindaco Enzo Guida rassegna le dimissioni

Questa mattina, si è dimesso il sindaco di Cesa, Enzo Guida. Le dimissioni arrivano dopo q...
Cesa: il sindaco Enzo Guida rassegna le dimissioni

Casal di Principe: nascondeva armi e soldi nel controsoffitto di casa, arrestato 47enne

I Carabinieri di Casal di Principe, hanno arrestato in Traversa Madrano a Casal di Princip...
Casal di Principe: nascondeva armi e soldi nel controsoffitto di casa, arrestato 47enne

Omicidio Melania Rea: Parolisi, il militare condannato per l’uccisione della moglie, degradato

Salvatore Parolisi Melania ReaÈ stato degradato l'ex caporalmaggiore di Frattamaggiore Salvatore Parolisi, condannato a 20 anni per l'omicidio della moglie Melania Rea, 29enne uccisa con oltre 30 coltellate il 18 aprile del 2011. La decisione della Corte di Appello di Perugia è arrivata ieri accogliendo così la richiesta della Procura generale di applicare la pena accessoria e quindi di degradare, espellendolo dall’Esercito.  

Con la sentenza definitiva di condanna per l’ex caporal maggiore è stata anche disposta l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. 

Il militare rinchiuso fino ad ora nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, sarà trasferito nel penitenziario di Bollate a Milano. A chiederlo era stato il padre di Melania, mediante una lettera inviata al ministro Roberta Pinotti. Il padre della vittima aveva criticato aspramente la decisione dei giudici di trasferire Parolisi al carcere militare di Maria Capua Vetere, a suo dire, decisamente più confortevole rispetto ai comuni penitenziari.

Intanto Parolisi, come aveva annunciato, il 3 ottobre prossimo sarà presente in aula a Napoli, in occasione dell’udienza del tribunale dei minori chiamato a pronunciarsi sulla sua istanza con la quale chiede di poter incontrare la figlia Vittoria, che non vede dal giorno del suo arresto. La bimba è stata affidata ai nonni materni. 

UCCISE LA MOGLIE MELANIA, 20 ANNI DI CARCERE A SALVATORE PAROLISI