carabinieriI Carabinieri di Aversa, hanno arrestato a Teverola, in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, due coniugi L. I., 40 anni, di  Teverola e A. F. 36 anni di Villaricca, insieme a M. V., 34 anni di Casal di Principe e N. C., 25 anni, residente a San Severo (FG).

soccorsiQuesta mattina un passeggero che viaggiava a bordo del treno Intercity per Palermo, via Aversa, ha avuto un malore improvviso. Sul posto sono giunti i sanitari del 118, prontamente allertati, che hanno prestato soccorso all'uomo, improvvisamente accasciatosi.

Stefano Graziano pdSi chiude definitivamente la vicenda giudiziaria che ha coinvolto il consigliere regionale PD della Campania Stefano Graziano: il Giudice per le indagini preliminari della Procura di Santa Maria Capua Vetere, Ivana Salvatore, ha emesso il decreto di archiviazione per l’ipotesi accusatoria di corruzione elettorale, accogliendo la richiesta formulata dal Pubblico Ministero, Carlo Fucci e vistata dal Procuratore capo, Maria Antonietta Troncone.

manette 3Questa mattina i Carabinieri della città normanna, hanno dato esecuzione ad Aversa e Cesa, all’ordinanza della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Napoli, nei confronti dei pluripregiudicati  Amedeo Mazzara, detto “o siciliano”, classe 1948 e  Giuseppe Duilio, detto “bicicletta”, classe 1958, entrambi di Cesa e Tammaro Scarano, 30enne di Aversa, detto “scarulella”, attualmente già sottoposto agli arresti domiciliari.

meningiteUn nuovo caso di meningite si è registrato all’ospedale Moscati di Aversa, dove ieri mattina si è presentata una donna di 70 anni, affetta da cirrosi epatica, con febbre alta. Alla donna, giunta al pronto soccorso, in un primo momento, proprio a causa del problema epatico, si era diagnosticata un’encefalite.

Cesare SirignanoNicola Russo, 34enne ritenuto esponente del clan dei Casalesi, avrebbe manifestato il chiaro intento di uccidere il sostituto procuratore della Dda Cesare Sirignano, oggi in forza alla Direzione Nazionale Antimafia.

cl

Alfredo Romeo Italo BocchinoQuesta mattina l'imprenditore Alfredo Romeo è stato arrestato dai carabinieri e dalla guardia di Finanza per  corruzione nell'ambito dell'inchiesta Consip. Nei suoi confronti il gip del tribunale di Roma ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il provvedimento è stato eseguito dal comando Carabinieri tutela ambiente, dai militari dell' Arma di Napoli e dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Napoli.