Maria Rosaria Di SantoSi chiama Maria Rosaria Di Santo ed è la più giovane consigliere comunale d'Italia. Eletta nella lista di "Alleanza Democratica per Sant'Arpino" ha seguito le orme del papà ex sindaco santarpinese.

Antonio Di SantiCon grande rammarico e dispiacere la Mobilya Volleyball Aversa da l'arrivederci al proprio capitano Antonio Di Santi che per la stagione 2016/2017 non potrà far parte del roster che prenderà parte alla prossima serie A2 per improcrastinabili impegni lavorativi. Le strade della società guidata dal presidente Di Meo e dello schiacciatore si separano per quest'anno ma sono destinate a ritrovarsi nel futuro perché quello costruito nel tempo è un rapporto solido che ha visto crescere l'atleta e

...

Ieri mattina sulla circumvallazione esterna, all’altezza di Arzano, un 29enne armato di mazza di ferro che viaggiava su uno scooter, ha tentato una rapina ad 19enne a bordo di un altro motorino. 

La vittima, con l’aiuto di una guardia giurata di passaggio, ha reagito al tentativo di rapina e ha avviato una colluttazione con il delinquente fino all’arrivo dei Carabinieri di Casoria. I militari una volta arrestato il malvivente, lo hanno identificato e hanno scoperto che si tratta di un

...

Agostino Bortone, operaio 61enne di Cesa, è morto ieri pomeriggio all’ospedale “Moscati” di Aversa dove era ricoverato dopo essere caduto in mattinata, da un’impalcatura . Non è ancora chiaro se l'incidente, verificato nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Gricignano, sia avvenuto su un cantiere o durante dei lavoretti privati.

Cantina VitemmataArriva il momento di raccogliere i frutti per la “La R.E.S. Rete di Economia Sociale”, progetto di sviluppo locale a partire dai beni confiscati sostenuto dalla Fondazione con il Sud. Giovedì 30 Giugno ore 19, a Casal di Principe presso la prima traversa di via Treviso, inaugura la Cantina Vitematta, ultimo tassello di un grande mosaico che completa la filiera agroalimentare sociale a partire dai beni confiscati, fiore all'occhiello del progetto coordinato dal Comitato don Peppe Diana.

comune LuscianoIl pubblico ministero della Dda ha chiesto il rinvio a giudizio per gli imprenditori e i politici i accusati di aver creato un «sistema» per pilotare l’appalto per la costruzione dell’area industriale di Lusciano e di un centro sportivo ad Aversa, in favore di società collegate alla camorra.

Si tratta dell’inchiesta partita nel 2014 dalle dichiarazioni del pentito Luigi Guida, detto o’drink, quando i pm della procura Antimafia di Napoli, Antonello Ardituro, Giovanni Conzo, Cesare Sirignano e

...

Augusto Di MeoAugusto Di Meo, l'uomo che vide in faccia e fece arrestare l'assassino di don Peppe Diana, il sacerdote ucciso dal clan dei Casalesi il 19 marzo del 1994, ha ricevuto una telefonata minatoria. Di Meo, che nell'agguato si salvò solo perché si era abbassato per allacciarsi il laccio della scarpa, ha denunciato ai carabinieri di Casal di Principe di aver ricevuto una telefonata in cui l'interlocutore, dopo avergli rivolto in dialetto diverse offese, lo ha invitato a scendere in strada.

PistolaOggi intorno alle ore 12.15 , un uomo con il volto coperto da un casco integrale è giunto a bordo di uno scooter Honda SH, presso un deposito di materiali edili in via Federico II a Cesa, lì ha esploso alcuni colpi di pistola colpendo alla gamba destra Alessandro Lozupone , 44enne del posto. La vittima è stata ricoverata presso il reparto di ortopedia dell’ospedale di Aversa. Al momento non versa in pericolo vita. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Aversa che hanno rinvenuto 4 bossoli

...

campaniaUna scossa di terremoto di magnitudo 3.5 è stata registrata alle 4.33 sia in Campania che in Lazio. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 7 km di profondità ed epicentro a Marzano Appio.

manette 3Dalle prime ore di questa mattina a Benevento e Milano, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta stanno dando esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Dda, nei confronti di tre indagati del clan dei Casalesi accusati di omicidio e detenzione e porto illegale di armi, con l'aggravante del metodo mafioso.