Orta di Atella: madre uccisa aveva perdonato il figlio, cercava di dargli un futuro migliore

Filomena Sorvillo Marco Mattiello

Emergono nuovi elementi sulla morte di Filomena Sorvillo, la 70enne che venerdì scorso è stata trovata  morta in casa con il volto completamente fracassato. Più volte la donna era stata picchiata a sangue dal figlio, Marco Mattiello - 40 enne con precedenti per droga - tanto da rendere spesso indispensabile l'intervento dei militari dell'arma. Filomena però, aveva sempre perdonato Marco e da mamma faceva fatica ad allontanarlo da casa. A luglio infatti, era scattato il divieto di avvicinamento, ma lei lo ha accolto di nuovo nella speranza di dargli un futuro migliore. La donna era fortemente preoccupata per la sorte del 40enne, che non solo era disoccupato ma era anche dipendente da droga e alcol. La 70enne non aveva avuto il coraggio di abbandonare a se stesso quel figlio complicato e da tempo violento, che aveva cresciuto con tanto amore da sola.

Ad allertare le forze dell'ordine venerdì scorso è stato uno zio di Mattiello, a cui il 40enne, subito dopo la morte della mamma, avrebbe riferito di aver commesso una "sciocchezza".

DONNA UCCISA A TESTATE SUL PAVIMENTO, FERMATO IL FIGLIO